www.art-list.org

Home News News 16 marzo apertura nuova galleria OTTO luogo dell'arte di Olivia Rucellai Toscani

16 marzo apertura nuova galleria OTTO luogo dell'arte di Olivia Rucellai Toscani

E-mail Stampa PDF

Apre il 16 marzo a Firenze in Via Maggio, rinomata strada di antiquari, OTTO luogo dell'arte di  Olivia Toscani, art director Mauro Lovi.

43. a pioppiOTTO luogo dell'arte inaugura Radura: una personale di Mauro Lovi, artista e architetto poliedrico. Gli spazi della galleria vengono interpretati dall'artista proprio come una possibile radura, tramite la pittura, il disegno e l'istallazione architettonica. Il percorso inizia con un grande quadro ad olio di oltre 5 metri per 2 metri e 50 di altezza, prosegue con una installazione di piccoli disegni di diverse misure che occupano tutta una parete, e una casa in pino di circa cm 120x50 x200 con sorpresa interna.

 

“Tutto è cominciato con l'alluvione nell' Oltreserchio nel natale del 2009, dove l'acqua ha invaso le zone dei giochi della mia infanzia: le case, i campi, le pioppete, i capanni dei cacciatori, presenti nella golena del fiume Serchio.... - scrive l'artista nelle postille su questo lavoro, in catalogo - Ho meditato su due piccoli quadri ad olio che rappresentano, l'uno un paesaggio con casa alluvionata e l'altro un brano di foresta, dipinti alcuni anni fa..... Fa sempre comodo una radura, quando hai percorso boschi foreste e pioppete, immerso fino agli occhi negli umori, nei colori, nei ritmi, nelle trasparenze, nelle smerlettature della luce, negli odori, nei muschi, nella semioscurità. Andavo avanti pensando sentendo e dipingendo il bosco dentro di me con tutte le suggestioni, le implicazioni evocative e metaforiche che il percorso suggeriva. Ho incontrato gli abitanti reali e simbolici del bosco: Pan, le ninfe, il cinghiale, il lupo, gli orchi e i vari personaggi delle fiabe ...Tutte queste riflessioni in varia forma sono presenti nella radura che ho ricreato negli spazi di Otto luogo dell'arte a Firenze.”

 

OTTO luogo dell’arte di Olivia Toscani, vuole essere un punto di riferimento e una metaforica radura dove ritrovarsi per gli amanti dell’arte, viaggiatori curiosi e collezionisti, soprattutto un laboratorio di produzione d’idee, di progetti e oggetti dove il linguaggio dell’arte si confronta con la quotidianità. Un’occasione di collaborazione tra gli artisti e i maestri artigiani depositari di esperienze antiche, curiosi di nuove sperimentazioni.

 

Olivia Toscani è figlia d'arte. Il padre è il fotografo Oliviero Toscani. La madre Agneta Holst svedese ormai italianizzata, è stata l'anima di Megalopoli, storico studio milanese di arte e design  aperto a Milano nel 1978. E' stato uno dei primi atelier a coinvolgere artisti italiani di fama internazionale, su progetti di oggetti d'uso quotidiano:  tra i quali Ettore Sottsass, Enrico Castellani, Pietro Consagra, Alik Cavalieri, Carla Accardi, Giò Pomodoro Michelangelo Pistoletto, Piero Dorazio e Mimmo Paladino nella progettazione e realizzazione di  oggetti e mobili di design e d'arte ad uso quotidiano, esposti al Salone del Mobile a Milano per oltre dieci anni e ormai da collezione.

 

Olivia era molto piccola quando entra  in contatto con il mondo dell'arte grazie a sua madre che collabora prima con la Galleria dell'Ariete a Milano, poi con lo Studio Marconi e infine con Ariete Grafica. Nel 1978 Agneta decide di aprire Megalopoli e Olivia  accompagna silenziosamente la madre durante questa esperienza creativa e all'avanguardia. L'aiuta nella fase di realizzazione di alcuni oggetti e mobili progettati da  quegli stessi artisti che ha conosciuto e che ormai sono amici di famiglia.

 

Con l'apertura di questo nuovo spazio Olivia vuole riprendere e continuare il progetto iniziato da sua madre, immergendolo nella quotidianità del nostro tempo, confrontarsi per la produzione di oggetti con l'artigianato locale sperimentando sinergie possibili tra il mondo progettuale dell'artista e le capacità creative e manuali dei maestri artigiani, un tesoro  unico al mondo.

E' grazie a Megalopoli che nasce OTTO luogo dell'arte: per  continuare a far vivere l'arte nel quotidiano.

 

Mauro Lovi - lucchese laurea in architettura a Firenze con Adolfo Natalini - nei suoi progetti ha sempre lavorato come artista. Dipinge quadri, disegna grafiche e oggetti e scrive testi cercando di renderli tutti poetici. Ha esposto le sue opere in molte città italiane ed europee. Ha esordito nel mondo del design con Megalopoli di Agneta Holst alla metà degli anni ottanta, collaborazione che è proseguita negli anni. Ha lavorato nel mondo della grafica, dove è stato premiato con il premio nazionale Fedrigoni editoria della comunicazione nel 2005 con il libro “La casa nella scatola” realizzato per Comieco. Le sue sculture sono inserite in varie piazze italiane. E’ un artista a cui piace lavorare con molti linguaggi:  sculture, dipinti, oggetti e mobili di design. Nel 2009 ha organizzato ARTE DEL QUOTIDIANO, una mostra alla Fondazione Ragghianti di Lucca a cura di Isa Tutino Vercelloni, Antonia Jannone e Mauro Lovi, un percorso tra arte e design dagli anni ’70 al 2000. Una sezione della mostra curata da lui era dedicata alle opere di MEGALOPOLI di Agneta Holst di Milano. Dal 2008 Mauro Lovi fa parte del Comitato Scientifico della Fondazione Licia e Carlo Ragghianti a Lucca.

 

Radura.  Mauro Lovi

Firenze  16 marzo – 11 maggio

OTTO luogo dell'arte

Via Maggio 43 rosso

tel. +39 055288977

www.ottoluogodellarte.it

ingresso gratuito

orario 10-13/16-19 chiuso domenica

 

 

CALENDARIO DELLE  PROSSIME MOSTRE 2011 - INIZIO 2012

18 maggio – 31 luglio

Collezione di Megalopoli di Agneta Holst

 

6 settembre – 8 novembre:

Personale di Tarshito

 

15 novembre – 16 gennaio 2012:

Oh! Nirica (letti e utensili per sognare)

 

25 gennaio 2012 – 22 marzo 2012:

Personale di Ugo Marano

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 

Banner